domù

ll progetto prevede la conversione di 2 appartamenti in una Domo, ovvero l’attività ricettiva di ospitalità come definita dalla recente Legge Regionale n° 16 del 28/07/2017, Art. 16/2.

La struttura ricettiva, attualmente in fase di esecuzione, si chiamerà DOMU’ e vuole essere un luogo di accoglienza moderno e funzionale, pensato per viaggiatori e professionisti; pertanto la distribuzione degli ambienti è semplice e lineare e ricerca il massimo comfort e il miglior utilizzo dello spazio.

All’ingresso è collocato un servizio di bike sharing elettrico a disposizione dell’ospite, che anticipa il vero ingresso alla struttura: la reception da cui, attraverso un luminoso corridoio che si affaccia sulla terrazza, si può accedere alla zona living in cui si svolgono le colazioni e gli eventi a tema. La cucina è a disposizione dei clienti e raccoglie in pochi metri lineari tutta l’attrezzatura necessaria.

Dallo spazio condiviso si può accedere direttamente alle sei camere.

Essendo una tipologia edilizia di intenso utilizzo, si è pensato di utilizzare materiali resistenti, ma eleganti, e colori giocati sul contrasto tra il color caldo del legno e il freddo grigio del gres, dei tessuti e delle pitture murali.

Le zone di passaggio sono rivestite in lastre in gres porcellanato grigio di ampio formato (Marazzi), mentre le zone funzionali e le stanze sono definite da una pavimentazione in industriale di rovere prefinito (Original Parquet), che risale a parete per accompagnare le varie funzioni.

Nelle stanze e nella reception per migliorare il comfort acustico e la sensazione di accoglienza sono state realizzate delle boiserie fonoassorbenti in tessuto ignifugo realizzate da Mariantoniaurru (Samugheo) con un disegno creato da domECO, utilizzato anche nel logo e nella definizione del corporate branding della struttura (Studio Pubblicitario Poddighe).

Nelle stanze, le boiserie diventano testiere del letto (Cabulè by domECO) e sono leggermente incassate ed illuminate da una luce nascosta a led.

Fasce bianche e ribassamenti nel soffitto definiscono ulteriormente le zone funzionali e permettono il collocamento delle componenti impiantistiche.

All’esterno è previsto l’allestimento di spazi verdi e zone pavimentate a decking, pensate sia per l’uso condiviso sia per l’uso esclusivo delle camere.

Forniture:

  • Hoc-Home Office Contract: Cucina Miton e  Arredi Pedrali, Spagnol e Fantoni;
  • Mara Ceramiche Sassari: Forniture bagni Geberit, Pozzi Ginori e Catalano, Pavimenti Marazzi e Original Parquet;
  • Elcom: Corpi illuminanti Flos, Linea Light e Tom Dixon;
  • Cabulè e boiserie: domECO + Mariantoniaurru;
  • Infissi e serramenti: Deriu e Lupinu;

 

The project involves the transformation of two apartments -not finished yet- into a ‘Domo’, a new kind of  homestay as defined by the recent Legge Regionale n° 16 del 28/07/2017, Art. 16/2.

Domo, means house in Sardinian, and the accommodation facility is meant to be a modern and functional location, designed for travellers and professionals, leading to a simple and linear internal distribution where symmetry of floorplan allows the best of comfort and space use.

At the entrance, an electric bike sharing service welcomes the guest, just before the reception, that through a luminous corridor facing the terrace leads to the living area where breakfast and special events will take place. The kitchen will be available to clients and, though little, is designed with all the necessary equipment.

Form this area is possible to access directly to the 6 rooms.

Due to the intense use of accommodation facilities, it was decided to use resistant materials, but elegant, that played on the duality of warm wooden tones and cold grey ones for ceramic tiles, fabric and mural finishes.

Passageway are tiled with wide gres tiles (Marazzi), while functional area and bedrooms are defined by industrial hardwood flooring (Original Parquet) that rises up on the wall, to further define functional areas.

In bedrooms and reception, in order to improve acoustic comfort and enhance a feeling of welcoming, sound-adsorbing fire repellent fabric boiserie are to be installed. They are woven by Mariantoniaurru (Samugheo) and bore a design created by domECO and used to define DOMU’ logo and corporate branding (Studio Pubblicitario Poddighe).

In the bedrooms, the fabric boiserie will become headboards (Cabulè by domECO), slightly recessed and lit by a led strip.

White soffits and bands underline main functional areas and allow for equipment and lighting fixture to be recessed and hidden from view.

Terraces will be furnished and equipped to serve both the living are and the bedrooms, as private outdoor spaces for the guests.

Supplies:

  • Hoc -Home Office Contract: Kitchen by Miton and Furniture by Pedrali, Spagnol and Fantoni;
  • Mara Ceramiche: bathroom supplies by geberit, Pozzi Ginori and Catalano, Floors by Marazzi and Original Parquet;
  • Elcom: Light fixture by Flos, Linea Light and To Dixon;
  • Cabulè and boiserie: domECO + Mariantoniaurru;
  • Doors and Fixtures: Deriu e Lupinu;

PA HOUSE | CASA PA

 

Le ville e case al mare della costa Nord della Sardegna, a partire dagli anni ’50 sono state
caratterizzate da un’architettura dal fascino moresco e dalle forme arrotondate e organiche, che hanno poi culminato nell’architettura morbida delle ville di Couelle in Costa Smeralda e nelle cupole di Bini in Costa Paradiso.
Gli interni delle prime ville, tuttavia presentano spesso una distribuzione interna tradizionale e  rigida che mal si accorda alle necessità di una giovane coppia moderna.
Per questo il progetto ha voluto modificare la zona giorno creando un unico ambiente aperto che sfruttando tutte le finestrature esistenti, si affaccia sul giardino e regala piccoli scorci del mare antistante l’abitazione.
Nella zona giorno e nel nuovo locale bagno/lavanderia si sono utilizzate linee morbide e curve, che abbracciano le pareti perimetrali nelle quali si è mantenuto l’originale intonaco rigato.
La zona giorno comprende la cucina aperta e un tavolo realizzato su misura, le cui prolunghe si possono sollevare e creare un piano di lavoro più ampio perfettamente a filo con il top della
cucina.
La zona camino è integrata ad un proiettore e ad una panca, mentre un divano componibile crea una zona living flessibile e modificabile a seconda delle esigenze.
La zona letto e il bagno esistenti sono stati mantenuti nella dimensione originaria.
Il pavimento della nuova abitazione è in resina uniforme e grigia, mentre le pareti sono bianche e la falegnameria, tutta su misura e in castagno, è l’unica tonalità calda utilizzata.
La palette colori così semplice si abbina gioco di bianchi e neri di cuscineria e complementi
d’arredo.
Since the 50ies, Sardinia’s North Shore is characterized by moor inspired architecture for sea villas, with organic and round shapes that climaxed into Couelle’s Costa Smeralda villas and Dante Bini’s Shell in Costa Paradiso.
The older villas present an old internal distribution, that can’t satisfy the need of a young modern couple.
That’s why the project focused on the living and kitchen area, creating a wide open space that
takes advantage of the existing windows , offering charming view of the garden and sneak peeks of the sea close by.
Both the living room and the new toilet/laundry are characterized by soft curves embracing the outer original walls, characterized by a rougher plaster texture.
In the living room area an open kitchen can be connected to a tailor made table, which wings can be opened to reach the exact level of the kitchen counter top.
The fire place has been hidden in a plasterboard curvy pillar where a projector replaces tv. The sofa is made up of movable square pillows that allow a more flexible use of space.
Bedrooms and main toilet still keep their original shape.
Grey uniform resin was chosen for the floor, while walls are kept simply white. Wooden elements are all tailor made and are  the only warm color chosen for the palette.
Textile and decor have little black details and accents.

HOUZZ: https://www.houzz.it/projects/5462299/pa-house-casa-pa

ARCHILOVERS: https://www.archilovers.com/projects/239436/pa-house-casa-pa.html#images

 

 

LM HOUSE |CASA LM

 

LIVING ROOM |LM HOUSE
LIVING ROOM | LM HOUSE | CASA LM |

Il progetto cerca di soddisfare le esigenze di una giovane coppia in un appartamento di medie dimensioni di nuova costruzione.

Il focus del progetto è la zona giorno, pensata per ospitare sia cucina che living è immaginata come uno spazio in continuità con i balconi esterni e che, pur ospitando diverse funzioni trasmetta un’idea di luminosità e ampiezza.

La dispozione degli arredi e dei blocchi funzionali è disposta perpendicolarmente all’ingresso all’abitazione e permette la creazione di flussi paralleli e assi visivi continui.

Per aumentare la sensazione di ambienti continui si è utilizzata una palette colori limitata con pochi accenni grigi e neri, che si abbinano al legno del pavimento e risaltano nel bianco delle pareti.

I neri vengono utilzzati solo per le zone a maggior impatto tecnologico e di utilizzo come i piani di lavoro della cucina e la zona tv, mentre il grigio è presente nel tessile.

Cuscineria e tappeti si rifanno alla tradizione tessile sarda, e mantengono l’abbinamento bianco/nero/grigio.

The project intention is to satisfy the needs of a young couple in medium sized flat.

The main feature is the living room where both kitchen, dining and tv area blend to create a unique environment joined visually to the outdoor terraces.

Furniture, wall units and functional units are aligned perpendicularly to the entrance allowing continuos parallel flows of movement and visual axes.

To increase the visual perception of continuity a quite limited color palette was chosen: small accents of dark colors such as grey and black match with the warmer wooden tone and stand out againts the pure white walls.

Black are used only in areas containing a lot of technology appliances and which re more frequently used such as the kitchen working areas and tv wall unit; whereas grey colour is mainly used for textiles and fabircs.

Both carpets and and pillows are inspired by sardinian traditional textile techniques and keep the three tones (white/grey/black) match.

CASA LM_DOMECO (3)
LIVING | LM HOUSE | CASA LM |
CASA LM_DOMECO (6)
KITCHEN TOP | LM HOUSE | CASA LM |
CASA LM_DOMECO (2)
BETWEEN LIVING AND KITCHEN | LM HOUSE | CASA LM |

Nei bagni è stato realizzato un filtro particolare di separazione: lo specchio diventa vetro satinato senza soluzioni di continuità portando luce nel bagno cieco ed evitando giunti.

A quite peculiar solutions has been chosen to divide toilets: a continuos glass surface divided into mirror and translucent area with no interruption or joint.

CASA LM_DOMECO (7)
MAIN BATHROOM | LM HOUSE | CASA LM |
GUEST BATHROOM | LM HOUSE | CASA LM
GUEST BATHROOM | LM HOUSE | CASA LM |
CASA LM_DOMECO (9)
GUEST BATHROOM | DETAIL | LM HOUSE | CASA LM |
CASA LM_DOMECO (10)
MAIN BATHROOM | DETAIL ||LM HOUSE | CASA LM |

Seguono moodboard e planimetria di progetto.

Here you can find both moodboard and floorplan.

 

Mood
MOODBOARD | LM HOUSE | CASA LM |
\DOMECO_NAShome2018Via Civitavecchia1_CAD2018.08.09_PLANIM
FLOORPLAN | LM HOUSE | CASA LM |

New design for an apartment in Treviso |Progetto per un appartamento a Treviso

 

3d tour: https://roundme.com/embed/242954/702377

The project is about the modern remodeling of a traditional apartment.
While different rooms keep their position and their function, corridors shift and change to increase spatial perception of the wide open space created between living room and kitchen.
The core of the project is the double full height walnut wardrobes, that host different functions and allow different level of privacy between bedrooms and living room.
These functional wall units contain wardrobes and a small laundry in the inner core that can be closed thanks to a full height sliding panel. The living room side hosts a 55’’ tv screen.
The american kitchen faces the living room with a wide walnut kitchen top. The working area, though completely visible, keeps yet a certain grade of privacy.
The bedroom area keeps a traditional set, with the exception of the main bedroom, that thanks to the bedroom position can be perceived as a wider room connected to the wardrobe and the bathroom.
Plasterboard counterceilings are designed to underline design choices, focusing on the role of the full height walnut core and framing the living room open space.

Il progetto prevede una rivisitazione in chiave moderna di un appartamento tradizionale. Gli ambienti principali mantengono lo stessa posizione, ma gli spazi distributivi sono modificati per aumentare la percezione spaziale del grande open space che viene creato in zona giorno.
Il cuore del progetto è un doppio blocco di armadiature a doppia altezza e rivestite in noce, che ospitano diverse funzioni e permettono di chiudere gli spazi della zona letto rispetto all’ingresso e alla zona giorno.
Il blocco funzionale ospita il guardaroba e gli armadi della zona letto. La zona centrale racchiude una piccola lavanderia chiudibile con un pannello scorrevole a tutta altezza e, sul lato che fronteggia la sala, la tv.
La cucina con isola risulta completamente aperta e si affaccia sulla sala con un ampio top in noce.
La zona di lavoro, pur aperta, mantiene un ottimo grado di privacy.
La zona letto mantiene un impianto più tradizionale, ad esclusione della stanza padronale, che grazie alla posizione del letto diventa un ambiente aperto collegato al bagno, al guardaroba ma comunque chiudibile all’occorrenza.
I cartongessi sono studiati per enfatizzare le scelte progettuali, esaltando l’elemento a tutta altezza e creando una cornice alla zona giorno su cui si affacciano tutti gli ambienti.

best of Archilovers 2017!

2017 is just over and it’s been quite intense for us, so it’s an amazing pleasure to discover one of our project, captured by the amazing Joao Morgado, has been nominated best Project 2017 on Archilovers!

Il 2017 è appena finito ed è stato molto intenso, è quindi davvero un piacere scoprire che uno dei nostri progetti, fotografato da Joao Morgado, è stato nominato Best Project 2017 su Archilovers!

best project 2017

XLAM VILLA

The rectangular dimension of the site led to the elongated rectangular shape of the project,  which consists of a two storey villa located inside a beautiful olive grove. The house is designed to open up completely toward the surrounding grove, increasing spatial perception of the inside.
Full height windows surround the whole perimeter of the two ” oors, sometimes interrupted  by functional and structural walls, and protected by sliding brise soleil and wide projecting terraces, that protect the interiors from excessive sun radiation, especially south and west.
The floorplan main feature is the location of the functional areas, aligned along thelongitudinal axis to leave free passage along the perimeter. This allows the creation of a continuous
and wide open space, that can be closed if needed by full height sliding doors.
The main core of the house is the wide living room space, designed to open up completely
towards the garden, thanks to disappearing sliding windows.
The material palette features wood and volcanic stone, the last one a special request of the
clients, due to the fact that it is a common feature of the country houses in the area.
Il lotto di forma rettangolare ha portato alla forma allungata e lineare che caratterizza il pro-
getto. La casa si sviluppa su due piani ed è pensata per essere completamente aperta verso
l’oliveto circostante, creando una percezione di maggior ampiezza all’interno.
Ampie vetrate a tutta altezza percorrono tutto il perimetro dei due piani, interrotte da setti
funzionali e portanti e protette da brise-soleil scorrevoli e ampie terrazze a sbalzo, che ridu-
cono l’irraggiamento solare all’interno dei locali, specialmente a sud e ovest.
La pianta, colloca i nuclei funzionali nell’asse centrale della casa, lasciando liberi i passaggi
laterali e creando un unico continuo open space, suddivisibile a seconda delle necessità con
ampi scorrevoli a tutta altezza.
Nucleo della casa è l’ampia sala centrale, pensata per fondersi completamente con lo spazio
esterno, clima permettendo, mediante la chiusura di ampie vetrate scorrevoli a scomparsa.
I materiali scelti per gli interni sono il legno e la pietra vulcanica, quest’ultima su richiesta
della committenza, in quanto è una caratteristica tipica delle case in agro locali.
Location: Ploaghe
Project: 2015
Beginning: 2016